Remi Bendali
Musica Tips e cultura

Remi Bandali e le guerre che si ripetono

Coi tempi che corrono i morti cambiano ma le voci di speranza pronunciano ancora le stesse parole e si auspicano la stessa pace. Mi torna alla mente una canzone di Remi Bandali che una cara amica di Tunisi mi ha dato la possibilità di scoprire, una canzone che parla di pace, di “salam”, cantata da una bambina libanese che all’epoca aveva 6 anni e di una forza sotto la quale è molto difficile restare indifferenti.

La canzone si chiama Atouna El Toufouli ( اعطونا الطفولة ) “dateci l’infanzia” ed è una canzone di speranza con strofe cantate in tre lingue diverse: inglese, francese e arabo che si alternano per raggiungere tutte le orecchie. Un grande grido di speranza prodotto e cantato durante l’occupazione Israeliana del Libano nel 1984, credo proprio il 31 Dicembre.

La voce di Remi Bandali è ancora oggi sinonimo di tutti quei sentimenti di disapprovazione e dolore che colpiscono il medio oriente contemporaneo, dalla Palestina allo Yemen alla Siria. Basta fare un giro su youtube per capire in che modo continua ancora a circolare. Il testo è molto semplice e diretto e si concentra nel ripetere: “dateci una chance, dateci l’infanzia”.

“I am a child
With something to say
Please listen to me
I am a child
Who wants to play
Why don’t you let me”

 

Nel 1989 la sua famiglia lascia il Libano per trasferirsi in Canada. Oggi Remi Bandali vive a Stoccolma, in Svezia.

 

 


Potrebbero anche interessarti

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*