Newroz 2018, Diyarbakir
Turchia Viaggio esteriore

Newroz 2018, Diyarbakır

Il Newroz è una festa tipicamente persiana nata nel contesto della Persia pre-islamica, quando lo Zoroastrismo era ancora religione ufficiale. Si festeggia solitamente il 21 Marzo in diversi paesi del medio oriente e dell’Asia (lascito dell’imperso persiano) e coincide con l’equinozio di primavera. In Iran oggi è festeggiato con la pulizia della casa, la riunione della famiglia con tanto di cena speciale e la festa del fuoco (il fuoco è un elemento importante dello Zoroastrismo). Per il popolo curdo però questa festa assume toni completamente diversi, toni che sono inevitabilmente legati al dramma politico e culturale. Per il popolo curdo il Newroz è un momento di sfogo e una contestazione controllata, il giorno dell’anno in cui gridare in piazza è limitatamente concesso. I curdi che lavorano in ufficio però non sono ammessi, pena la perdita immediata del posto di lavoro.

Il 21 Marzo 2018 ho assistito al più importante Newroz curdo a Diyarbakir in compagnia di un giornalista spagnolo e due amiche. L’atmosfera si fa sentire già ai controlli di polizia, quando mi negano l’ingresso perchè possiedo una fotocamera ad alta risoluzione. Provo a insistere senza peggiorare la situazione. Alla fine mi viene detto di recarmi presso quell’ufficio che forse mi avrebbe fornito un protocollo utile a favorirmi l’ingresso. Non vogliono giornalisti e fotografi che non siano autorizzati, e molti si infilano senza ammettere la professione. Cerchiamo una soluzione. Perfino le penne sono considerate illegali. Vengono sequestrate e buttate.

Il secondo controllo non è meno profondo del primo, per provare la mia inoffensività mi ricordo dei bigliettini da visita che ho nel portafogli. Ne mostro uno confermando ancora di essere uno sviluppatore informatico. Me lo restituiscono e mi lasciano passare. E’ servito a togliere quel briciolo di dubbio rimasto.

La festa si tiene nel Nevroz Park di Diyarbakir. All’interno è stato montato un palco da cui proviene la musica e tutti i vari discorsi politici e culturali, discorsi che quest’anno sono specialmente legati all’attacco di Afrin:

“[…] Continuando, hanno attaccato Afrin ora. Coloro che intendono rafforzare la loro decisione attraverso gli attacchi ad Afrin svaniranno. La lotta per la libertà è a lungo termine. Per questo motivo, continueremo con la nostra resistenza senza timore ed esitazione. Il 21 ° secolo sarà l’anno della libertà del popolo curdo. […]”

Nowroz 2018, Diyarbakir
Newroz 2018, Diyarbakir

I festeggiamente continuano con i soliti canti e balli. Mi sento accolto con calore, i giovani tremano dalla felicità quando ci incontrano, scattiamo insieme qualche selfie per ricordare il momento e fortificare la comprensione reciproca, il reciproco appoggio. Si sentono riconosciuti. Nel frattempo il parco è circondato dalla polizia.

Qualcuno mi dice “noi non abbiamo problemi con i turchi, ma loro non amano noi”.

Newroz 2018, DIyarbakir
Newroz 2018, DIyarbakir

Molte famiglie sono calorosamente riunite intorno a una tovaglia e del cibo, altri osservano e riflettono, i più giovani sfogano la rabbia lanciando le barricate nel fuoco. Il momento è vivo. Mi piego fra di loro accontentando chi vorrebbe una foto ricordo davanti ai tizzoni che ardono. Vedo l’ennesima gente travolta da una politica che non controllano e in cui ripongono la propria fiducia. Intorno sventolano le bandiere dell’HDP, il Partito Democratico dei Popoli i cui leader vennero arrestati nel 2016 come presunti sospetti per l’esplosione di un autobomba a Diyarbakir.

Newroz 2018, DIyarbakir
Newroz 2018, DIyarbakir
Nowroz 2018, Diyarbakir
Nowroz 2018, Diyarbakir

Tutto si conclude alle 14. I bambini inseguono la fascia di palloncini da scoppiare. Gente stanca lascia il parco e attraversa la strada dove la polizia è disposta in blocchi e ci osserva.

Newroz 2018, DIyarbakir
Newroz 2018, DIyarbakir

Esco anche io. Acquisto della frutta da un venditore ambulante che trascina un carretto seguito da un poliziotto.


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*